Sembra ipotizzarsi l’eventualità che nel piano vaccinale riservato agli operatori sanitari della Regione Umbria, non sia stata ricompresa la categoria dei medici chirurghi e degli odontoiatri liberi professionisti.

Tutti gli operatori sanitari, indipendentemente dal rapporto giuridico con cui esercitano la professione, rappresentano la prima linea che intercetta i pazienti e come tale sono una categoria a rischio. Ne sono testimonianza i circa 90000 sanitari che hanno contratto la malattia e i 273 medici e odontoiatri scomparsi alla data odierna.

In qualità di Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Perugia, chiedo, qualora venisse confermata la suddetta eventualità, l’inclusione nel piano vaccinale anche dei medici chirurghi e degli odontoiatri liberi professionisti. (clicca per leggere l'intera lettera)

torna all'inizio del contenuto